testata ADUC
 MAROCCO - MAROCCO - Il Marocco si è trasformato in un narco-Stato?
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
6 gennaio 2022 19:12
 
Il regno del Marocco si è da tempo trasformato in un "narco-stato", ponendo grandi problemi a chi è ai suoi confini e rappresentando un "vero pericolo" per i paesi europei, ritiene l'analista politico Balla El-Kanti *.
"Il Marocco costituisce un rischio e un pericolo reale per i paesi europei viste le quantità astronomiche di droga sempre più prodotte nel regno, il che porta alcuni osservatori a dire che il Marocco si è da tempo trasformato in un narco-stato che pone grandi problemi a chi è ai suoi confini, compresa l'Algeria", ha detto mercoledì il politologo alla radio algerina Channel III.
"Il Marocco è un narco-stato, la sua economia è dipendente dalla droga. Alcuni osservatori parlano anche di traffico di cocaina che passa da questo Paese e tutte le reti di traffico di droga e criminalità internazionale vi sono ormai stabilite".
Tornando al caso del sequestro di mercoledì scorso da parte delle autorità spagnole di un'imbarcazione che trasportava quasi cinque tonnellate di hashish, l'analista ha insistito nel precisare ulteriormente che "le persone arrestate dalle autorità spagnole nell'ambito di questo trasporto navale sono tutte di nazionalità marocchina (...) quindi senza dubbio che il paese di origine (dell'hashish) è il Marocco”.
Inoltre, l'analista ha indicato che "un osservatorio europeo sulla droga, così come altri osservatori, continuano a puntare il dito contro la famiglia reale (marocchina), essa stessa implicata in questo traffico".

Lo scorso settembre, la polizia spagnola ha annunciato il sequestro, nei pressi della città di Granada, di 26 tonnellate di cannabis a bordo di un camion proveniente dal Marocco. E lo scorso giugno, le Nazioni Unite hanno affermato che la resina di cannabis trafficata in tutto il mondo proviene principalmente dal Marocco.
Il regno, che "nel periodo 2015-2019 ha rappresentato più di un quinto di tutti i sequestri mondiali, continua ad essere il paese di origine più importante. La sua resina di cannabis è più volte menzionata” nei rapporti dell'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (UNODC).
(L'Expression del 05/01/2022)

* Attivista saharawi, ex detenuto politico, El Kanti Balla ha studiato in Algeria. A lungo impegnato nella causa sahrawi, è molto attivo soprattutto in Francia e Svizzera.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS