testata ADUC
Lotta alla droga alla cinese
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
4 maggio 2001 17:05
 
Ufficialmente, in Cina ci sono 860.000 tossicodipendenti su una popolazione di 1.2 miliardi di persone. Ufficiosamente, l'uso di droga, aumenta del 25% ogni anno. Accanto all'uso tradizionale degli oppiacei, in Cina sta andando molto bene l'ecstasy, che viene consumata, come nel resto del mondo nei locali notturni. Di solito, il modo per combattere la droga che si usa in Cina e' piu' o meno il seguente: la polizia irrompe in piena notte in un locale. La prima cosa che i militari chiedono e' di buttare fuori tutti gli stranieri, poi una volta davanti ai soli locali, li dividono in due gruppi: quelli che possono pagare una cauzione di circa 10 milioni di lire (che corrispondono ad uno stipendio medio annuale) e quelli che non possono. La polizia li riconosce "al volo". I rimanenti sono costretti a rimanere in ginocchio per cinque ore ad aspettare le analisi delle urine da effettuare in luogo e quelli che vengono trovati positivi vengono rinchiusi in un ospedale psichiatrico senza contatti con l'esterno, tranne quelli che servono per poter trovare i soldi per pagare la cauzione. Secondo molte associazioni per i diritti umani, ogni settimana in Cina vengono giustiziati gruppi di piccoli o grandi spacciatori.
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS