testata ADUC
 CANADA - CANADA - Cannabis legale raccoglie più accise di birra e vino
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
1 marzo 2024 13:28
 
L’anno scorso il governo federale canadese ha raccolto più entrate dalle accise dalla cannabis che da birra e vino.

E questo mentre una commissione parlamentare raccomanda al governo di ridimensionare le tasse sulla cannabis.
Nell’anno fiscale 2022-23 terminato il 31 marzo, il governo federale ha ricevuto 610,1 milioni di dollari canadesi (450 milioni di Usd) dalle accise applicate alla birra.

Secondo i Conti pubblici del Paese, che forniscono dettagli sulle operazioni finanziarie del governo, nello stesso anno fiscale, le accise su altri prodotti sono state:
- CA $ 277,6 milioni dal vino.
- 204,4 milioni di CA $ dal tabacco lavorato.
Le entrate complessive delle accise su birra e vino sono state di 887,7 milioni di CA $.

Le accise federali sulla cannabis, nello stesso periodo, sono ammontate a circa 894,6 milioni di dollari canadesi, di cui 667,6 milioni sono stati trasferiti alle casse provinciali e territoriali.

Rimangono circa 227,1 milioni di dollari canadesi per il governo federale nel 2022-23.

La quota del governo federale sull’accisa nazionale sulla cannabis è cresciuta in modo significativo negli ultimi anni.

Negli anni fiscali terminati il 31 marzo, la quota spettante al governo federale delle accise sulla cannabis è stata:
- 160,22 milioni di CA$ nel 2021-22.
- 108,9 milioni di CA$ nel 2020-21.
- 52 milioni di dollari canadesi nel 2019-20.
- 18,4 milioni di CA$ nel 2018-19.

La tassa sulla cannabis è stata oggetto di un controllo approfondito da parte dell’industria legale della marijuana, che fa sapere che la formula utilizzata dal governo per applicare l’imposta è sproporzionata e ingiusta.

Nel suo rapporto in vista del bilancio federale del 2024, la Commissione permanente per le finanze della Camera dei Comuni ha formulato 359 raccomandazioni, che coprono tutto, dalla politica estera a quella ambientale e alla tassazione.

Il comitato ha proposto di modificare la formula delle accise sulla cannabis.

L'intenzione è che l’accisa venga modificata in modo che sia limitata a un’aliquota del 10% su ogni transazione.

Il dazio attualmente imposto sulla cannabis essiccata dei produttori è pari a 1 dollaro canadese al grammo o al 10% del valore del grammo, sceglieno quella di valore maggiore. E può arrivare ad ammontare fino al 30% delle entrate derivanti dalla cannabis.

Ad esempio, il produttore di cannabis Organigram Holdings con sede a Toronto ha registrato un fatturato lordo di 233,6 milioni di dollari canadesi per l'anno fiscale terminato il 30 settembre 2023.

Nello stesso anno, le accise federali della società ammontavano a 72 milioni di dollari canadesi, per un’accisa effettiva del 30%.

La Raccomandazione 156 chiedeva al governo di fornire investimenti per l’impegno delle Prime Nazioni nella revisione del Cannabis Act. Tuttavia, tale revisione dovrebbe essere completata prima della pubblicazione del bilancio questa primavera.

Il governo federale non è obbligato ad accettare le 359 raccomandazioni, compreso l’adeguamento dell’accisa sulla cannabis.

David Klein, amministratore delegato di Smiths Falls, Canopy Growth Corp. con sede in Ontario, ha dichiarato a MJBizDaily che la raccomandazione del comitato di modificare la formula delle accise “è una testimonianza dell'ampio consenso politico dietro questi cambiamenti che affrontano alcune delle questioni più critiche che il paese canadese deve affrontare, tra cui l’industria della cannabis oggi”.

"Incoraggiamo il governo federale ad attuare rapidamente queste raccomandazioni che miglioreranno significativamente la salute finanziaria del settore e continuiamo a impegnarci a lavorare in modo collaborativo per incoraggiare la sostenibilità a lungo termine dell'industria della cannabis in Canada."

(Matt Lamers su MJBizDaily del 28/02/2024)

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS