testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Artista Morgan. Faccio uso di crack come antidepressivo. Polemiche e smentita finale
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
2 febbraio 2010 19:44
 
In un'intervista al periodico Max l'artista Morgan parla del suo rapporto con le droghe. “La droga apre i sensi a chi li ha gia' sviluppati, e li chiude agli altri. Io non uso la cocaina per lo sballo, a me lo sballo non interessa. Lo uso come antidepressivo. Gli psichiatri mi hanno sempre prescritto medicine potenti, che mi facevano star male. Avercene invece di antidepressivi come la cocaina. Fa bene. E Freud la prescriveva. Io la fumo in basi (crack, ndr) perche' non ho voglia di tirare su l'intonaco dalle narici. Me ne faccio di meno, ma almeno e' pura'”.”Io non ho mai conosciuto nessuno che ci sta dentro come me a farsi le basi. Ti sembro uno schizzato?”. No, ma adesso non credo che tu sia fatto di crack -dice l'intervistatore. “Invece si' -risponde Morgan- completamente. Ne faccio un uso quotidiano e regolare”.
Dichiarazioni che hanno scatenato un polverone. Con tanto di denuncia del Codacons che' l'artista non potrebbe per questo andare al festival di Sanremo e continuare ad essere in Rai; intervento dello zar italiano antidroga, Carlo Giovanardi, che lo invita a ricoverarsi in comunita' di recupero (stessa cosa che sostiene il sen. Maurizio Gasparri); nonche' del capo del Dipartimento antidroga del Governo, Giovanni Serpelloni, che chiede di incontrarlo per parlarci.
Ma poi lo stesso Morgani smentisce se' stesso: “L'intervista mi e' stata sostanzialmente carpita, io penso esattamente il contrario: la droga fa male, la considero pericolosa e inutile, mi riferivo all'uso che ne facevo in passato come terapia verso la depressione”.
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS