testata ADUC
 USA - USA - I giovani americani hanno doppie probabilità di fumare marijuana che non sigarette
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
29 novembre 2022 15:01
 
Secono Gallup le persone tra 18 e 29 anni fumano sempre meno tabacco, dal 15% nel 2016-2018 ora è stato toccato un nuovo minimo del 12% nel 2019-2022.
Mentre il 26%  in quella fascia di età afferma di fumare cannabis, rispetto al 21% nel precedente periodo soggetto a indagine.
Complessivamente, i dati 2019-2022 mostrano che il 27% degli americani fuma sigarette, marijuana o sigarette elettroniche. Gallup ha scoperto che il sette percento fuma solo cannabis, il nove percento fuma solo sigarette e il tre percento fuma solo sigarette elettroniche.

Ma è la generazione più giovane quella che opta maggiormente per la cannabis rispetto alle sigarette, una tendenza che potrebbe essere attribuita a diversi fattori, comprese le campagne di educazione pubblica sui pericoli del tabacco e la diminuzione della percezione pubblica dei danni causati dalla marijuana.

È anche possibile che le persone generalmente si sentano più disposte a dire apertamente di fumare cannabis grazie ai movimenti di legalizzazione a livello statale e le iniziative del Congresso per porre fine al proibizionismo, a parte la quantità di effettivi cambiamenti nei modelli di consumo.

Le persone nella fascia di età 18-29 anni hanno maggiori probabilità di fumare o svapare qualcosa, al 40%. Ma quasi quattro volte più giovani fumano solo marijuana (11 per cento) che solo sigarette (tre per cento).

Al contrario, le persone nella fascia di età 30-49 anni erano leggermente più propense a dichiarare di aver fumato esclusivamente sigarette nell'ultima settimana (11%) rispetto a quelle che avevano fumato solo cannabis (8%).

Gallup ha pubblicato separatamente un'analisi dei dati ad agosto che ha rilevato, per la prima volta, che più americani hanno ammesso apertamente di fumare marijuana o di mangiare commestibili a base di cannabis rispetto a quelli che hanno affermato di aver fumato sigarette nell'ultima settimana.

"Le autorità della sanità pubblica sarebbero incoraggiate dal forte calo del fumo di sigaretta negli ultimi due decenni, una tendenza guidata in gran parte dal crollo dei tassi di fumo tra i giovani maggiorenni", ha affermato Gallup. “Ma questi ultimi fumano sempre più marijuana, forse perché ora è legale usarla in un numero crescente di stati, oltre che svapare. Sia lo svapo che la marijuana sono attività più comuni per i giovani maggiorenni rispetto al tradizionale fumo di sigaretta.

“Tuttavia, meno giovani maggiorenni fumano o svapano oggi rispetto alle sigarette fumate due decenni fa, prima che le sigarette elettroniche diventassero ampiamente disponibili. E sebbene molti ricercatori sanitari credano che lo svapo sia più sicuro del fumo di sigarette tradizionali, non credono che le sigarette elettroniche siano sicure in generale. Inoltre, gli effetti sulla salute a lungo termine dello svapo non sono così noti e la Food and Drug Administration ha adottato misure per cercare di limitare la commercializzazione dello svapo ai minori.

Va sottolineato che il tipo di domande di Gallup su sigarette, sigarette elettroniche e marijuana è distinto in quanto la domanda sulle sigarette riguarda l'uso della "settimana passata", mentre la domanda sulla cannabis è più generale, senza una sequenza temporale.

Inoltre, agli intervistati è stato chiesto di "fumare" marijuana, che potenzialmente escluderebbe una parte significativa della popolazione che consuma cannabis nei commestibili, vaporizzatori o altri prodotti non combustibili.

Questo set di dati, che comprendeva interviste con 3.545 maggiorenni per i risultati 2019-2022, con un margine di errore compreso tra 4 e 5 punti percentuali, è stato pubblicato sulla scia del più ampio sondaggio annuale di Gallup che include domande sulle tendenze del consumo di droga.

Quel sondaggio ha rilevato che sette americani su 10 affermano che la marijuana dovrebbe essere legalizzata, comprese le maggioranze di tutti i partiti politici e l'età demografica.

I risultati e le tendenze demografiche del sondaggio sono generalmente coerenti con i recenti sondaggi in materia, incluso uno che ha mostrato che solo un americano su dieci afferma che la marijuana dovrebbe rimanere completamente illegale.

Un altro recente sondaggio commissionato da Fox News e dall'Associated Press e condotto prima delle elezioni ha trovato il 63% di sostegno alla legalizzazione a livello nazionale.

È interessante notare che quel sondaggio ha anche trovato il sostegno della maggioranza per porre fine al divieto tra gli elettori in due stati che hanno respinto le iniziative di legalizzazione la scorsa settimana, segnalando che le misure potrebbero essere fallite in parte a causa di disaccordi su disposizioni specifiche piuttosto che sul concetto di base di legalizzazione.

Un sondaggio pubblicato il mese scorso mostra anche che la maggioranza degli americani è favorevole alla decisione del presidente Joe Biden di concedere la grazia a persone che hanno commesso reati federali di possesso di marijuana, e la maggior parte vuole anche che i propri governatori seguano l'esempio con la cannabis a livello statale.

Nel frattempo, gli stessi giovani adulti che hanno maggiori probabilità di avere un rapporto sul fumo di marijuana rispetto alle sigarette sono anche i più propensi a dire che la pianta dovrebbe essere legalizzata, indicando che la tendenza continuerà.

Ad agosto, Gallup ha pubblicato separatamente dati che mostrano che più del doppio degli americani pensa che la cannabis abbia un impatto positivo sui suoi consumatori e sulla società in generale rispetto all'alcol.

Ciò è generalmente coerente con i risultati di un sondaggio separato pubblicato a marzo che ha rilevato che più americani pensano che sarebbe positivo se le persone passassero alla cannabis e bevessero meno alcol rispetto a coloro che pensano che la sostituzione della sostanza sarebbe negativa.

È interessante notare che un sondaggio Gallup del 2020 ha mostrato separatamente che l'86% degli americani considera il consumo di alcol moralmente accettabile, rispetto al 70% che ha affermato lo stesso sul consumo di marijuana.

(Marijuana Moment del 28/11/2022)

 
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS