testata ADUC
Psichedelici. Iniezioni di ketamina contro la depressione?
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
19 luglio 2023 17:02
 
La ketamina potrebbe essere meglio conosciuta come droga ricreativa o anestetico. Ma ci sono prove crescenti del suo utilizzo per le persone con depressione difficile da trattare con farmaci tradizionali.

Uno studio australiano ha mostrato alcuni risultati positivi per le persone con depressione resistente al trattamento quando hanno ricevuto iniezioni di ketamina.

Ma non sappiamo se questi effetti sono mantenuti a lungo termine e ci sono altri modi per fornire la ketamina. Ci sono anche altre opzioni di trattamento per questo tipo di depressione.

Cos'è la ketamina?
La ketamina è stata usata come potente anestetico generale per più di 50 anni.

È anche una droga illegale ed è considerata una sostanza psichedelica. Gli psichedelici alterano drasticamente alcuni neurotrasmettitori (messaggeri chimici) nel cervello per creare un profondo cambiamento nella percezione, nell'umore e nell'ansia.

Nei primi studi sugli animali, la ketamina ha portato ad un aumento dei livelli di alcune sostanze chimiche del cervello, come la dopamina, fino al 400%. Ciò ha portato i ricercatori a provare la ketamina negli esseri umani per vedere cosa sarebbe successo nel nostro cervello.

Ora, le dosi di ketamina (a quelle inferiori a quelle utilizzate come anestetico) vengono utilizzate per aiutare la depressione resistente al trattamento. Questo è quando qualcuno ha provato almeno due antidepressivi e non mostra alcun miglioramento.

Di solito è prescritta in condizioni e osservazione rigorose che mitigano alcuni rischi seri, come l'aumento dei sentimenti di suicidio in alcune persone. Quindi le persone devono essere valutate e monitorate non solo durante il trattamento, ma anche dopo.

Ma alcuni medici hanno resistito all'uso della ketamina a causa del suo potenziale di diventare una droga di abuso.

La ketamina è anche usata per trattare altri disturbi di salute mentale come PTSD (disturbo da stress post-traumatico).

Che ne dite di questo nuovo studio?
La ricerca ha coinvolto diversi centri in Australia e Nuova Zelanda e ha confrontato l'efficacia della ketamina iniettata sotto la pelle rispetto all'assunzione di un altro farmaco nel trattamento delle persone con depressione resistente al trattamento.

Lo studio ha randomizzato i 184 partecipanti allo studio in diversi gruppi: alcuni ricevevano ketamina, il resto il farmaco midazolam, due volte a settimana per quattro settimane. Né i partecipanti allo studio né coloro che valutavano i risultati sapevano chi aveva la ketamina e chi no.

All'inizio dello studio, tutti i partecipanti avevano un punteggio di depressione clinica di almeno 20 (depressione moderata) utilizzando una particolare scala nota come Montgomery-Asberg Depression Rating Scale.

I ricercatori hanno quindi cercato un punteggio inferiore a 11, indicando un passaggio da una depressione alla remissione.

Dopo quattro settimane, c'era una grande differenza tra le persone trattate con ketamina (19,6% in remissione) rispetto a midazolam (2%). Un altro modo meno rigoroso per misurare i risultati è cercare un dimezzamento del punteggio di depressione. Ciò ha avuto una differenza ancora maggiore (29% rispetto al 4%).

Tuttavia, quattro settimane dopo la fine del trattamento, nel gruppo trattato con ketamina si è verificato solo un limitato miglioramento sostenuto dei sintomi. Ciò suggerisce che il trattamento potrebbe essere necessario per un periodo più lungo.

Ci sono altre opzioni
Nello studio, la ketamina è stata somministrata tramite un'iniezione sottocutanea, che è un'opzione economica ed efficiente. Ma la ketamina può anche essere immessa direttamente nel flusso sanguigno attraverso una fleboclisi endovenosa. Nessuna di queste due opzioni è normalmente disponibile in Australia e Nuova Zelanda al di fuori degli studi clinici.

Una terza opzione utilizza una diversa forma di ketamina ed è disponibile in uno spray nasale (approvato per l'uso in Australia e Nuova Zelanda).

Ogni opzione fornisce ketamina in quantità diverse e sono in corso ricerche su come funzionano nella pratica e su come si confrontano.

Esistono anche altre opzioni farmacologiche e non farmacologiche per la depressione resistente al trattamento. Questi includono:
stimolazione magnetica transcranica, che stimola parti del cervello a migliorare l'umore
psilocibina, un'altra droga psichedelica che ha appena ricevuto il via libera per l'uso in Australia in condizioni rigorose come parte della terapia assistita da psichedelici
psicoterapia (terapia della parola) come la terapia cognitivo comportamentale, la terapia dell'accettazione e dell'impegno e la terapia comportamentale dialettica
- cambiando alcuni fattori dello stile di vita, come la dieta e l'esercizio fisico, o praticando la meditazione consapevole.

In poche parole
Le gravi conseguenze della depressione includono il suicidio o una vita di angoscia. Quest'ultima ricerca mostra risultati promettenti per le persone i cui sintomi sono più difficili da trattare. Ma questa opzione non è ancora ampiamente disponibile al di fuori di una sperimentazione clinica. Solo lo spray nasale alla ketamina è stato approvato per l'uso in Australia e Nuova Zelanda.

Ci sono anche altri trattamenti
Quindi, se il trattamento esistente non funziona per te, parlane con il tuo medico che spiegherà cos'altro è disponibile.

(Michael Musker - Enterprise Fellow (Senior Research Fellow/Senior Lecturer), University of South Australia -, su The Conversation del 14/07/2023)

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS