testata ADUC
Italia. Ministro della Salute: incontri ravvicinati alla Versiliana
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Roberto Nardini
15 agosto 2002 14:30
 
La Versiliana, 14 Agosto 2002

Deludente, almeno per noi che avevamo atteso l'occasione per dare al ministro alcuni messaggi e per avere certe risposte. Alcuni pazienti in cura metadonica erano venuti da lontano per porre dei quesiti, esternare le loro preoccupazioni e magari ottenere delle rassicurazioni. Ma Romano Battaglia (organizzatore degli Incontri al Caffe' della Versiliana, ndr) non ha consentito nessun intervento del pubblico. Risultato: non si e' trattato di un incontro ma di una rassegna di esponenti della classe medica, una specie di tavola rotonda preordinata alla quale hanno avuto modo di partecipare, fra i luminari di indiscusso valore, anche alcuni famosi personaggi ben conosciuti come emeriti cialtroni.
Battaglia, molto ossequioso e celebrativo ha svolto il suo ruolo che e' quello di valorizzare gli ospiti del Caffe', quali che siano e di qualsiasi colore ("finalmente abbiamo un ministro che sa......"). Aveva fatto altrettanto, d'altra parte, con la Bindi e con Veronesi, ma non ha concesso nulla alla possibilita' che anche un rappresentate dei pazienti si pronunciasse.
Cosi' abbiamo fatto una cartellina e ci abbiamo messo alcune delle cose che volevamo dire. Non so quanto questa iniziativa possa avere un seguito. Sul finale, al momento del commiato, mi sono fatto avanti e gli ho parlato dei noti problemi dei tossicodipendenti in cura e delle preoccupazioni innescate dagli annunci del Governo. Mi e' parso cascare dalle nuvole. "Perche'?" mi ha chiesto. Gli ho spiegato fugacemente il perche' e lui mi ha risposto altrettanto fugacemente. Dalle risposte ho creduto di capire che ne sa poco e niente dell'argomento e che sta seguendo le spinte che gli provengono dalla politica. "Ma anche il metadone e' una droga!". Allora mi cascano le braccia e sto per ritirare la mano che gli avevo teso per salutarlo. Poi aggiunge che la materia e' seguita dal sottosegretario Guidi. Allora la mano non l'ho ritirata. Ma la frase precedente non ha giustificazione se in bocca di un medico e di un ricercatore. Per lo piu' ministro.
I pazienti intervenuti con tanta speranza sono andati via amareggiati e con altrettanta amarezza. Non so se il ministro abbia un recapito e-mail, ma se qualcuno in indirizzo avesse la possibilita' di mostrargli questo messaggio, glie ne sarei grato. Un ministro non puo' sapere tutto. Ma chissa! Se decidesse di chiarirsi un po' le idee anche su questa materia.........

Roberto Nardini
Gruppo SIMS
Via Stagio Stagi, 81
55045 Pietrasanta (Lu) Italy
tel + 39 0584 72600
fax + 39 0584 735070
clicca qui
e-mail: [email protected]
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS