testata ADUC
Cannabis legale. Le tasse Usa, Stato per Stato
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
17 marzo 2021 13:41
 
Le tasse sulla cannabis possono essere un problema per il portafoglio, ma mantengono la marijuana legale e regolamentata. Le aliquote fiscali variano da stato a stato. Molti tassano la marijuana medica a un livello minimo o affatto. Alcuni stati tendono a tassare quella non terapeutica con le aliquote dei beni voluttuari, dal 20% al 35% e oltre, proprio come l'alcol. Per alcuni pazienti può essere più facile acquistare prodotti a base di cannabis non medica e saltare la seccatura di ottenere o rinnovare una tessera medica. Per altri, un rinnovo della tessera medica, da $ 50 o $ 100, può far risparmiare loro migliaia di dollari di tasse.
Molti stati impongono un'accisa sulla marijuana oltre alla normale imposta sulle vendite. Alcune città e contee locali aggiungono anche una tassa dall'1% al 3%.

La rivista Leafly ha esaminato la situazione stato per stato.
Alaska
La tassa è principalmente all'ingrosso, sebbene possano esserci tasse locali o comunali.
Vendita al dettaglio: gli acquisti non sono soggetti ad alcuna tassa, sebbene alcuni comuni applichino un'accisa.
Anchorage, Mat-Su Borough, Fairbanks e Ketchikan applicano tutte un'accisa del 5%. Juneau del 3%.
Marijuana medica: non ci sono accise né imposte sulle vendite al dettaglio. I comuni possono imporre un'imposta locale sulle vendite.
Commercio all'ingrosso: a partire dal 1 gennaio 2019, gemme e fiori maturi sono tassati a $ 50 l'oncia; il germoglio immaturo o anormale è tassato a $ 25 per oncia; i cloni sono tassati a una tariffa fissa di $ 1 ciascuno.
Arizona
Vendita al dettaglio: gli acquisti sono soggetti a un'accisa del 16% oltre a un'imposta sulle vendite al dettaglio in tutto lo stato del 5,6%, portando il totale a 21,6%.
Vendita di marijuana medica: gli acquisti sono soggetti a un'imposta statale del 6,6% più un'imposta facoltativa aggiuntiva del 2-3% dettata dai comuni.
Arkansas
Vendita di marijuana medica: gli acquisti sono soggetti all'imposta statale sulle vendite del 6,5% e a un'imposta di privilegio aggiuntiva del 4%, oltre a tutte le tasse locali applicabili. Inoltre, i dispensari pagano una tassa del 4% quando acquistano prodotti dai coltivatori.
California
Vendita al dettaglio: c’è un'accisa del 15% in tutto lo stato, nonché un'imposta statale sulle vendite al dettaglio del 7,25% e un'imposta locale automatica sulle vendite fino all'1%. I comuni possono applicare un'imposta aggiuntiva sulle imprese fino al 15%. Quindi un cliente può pagare dal 23% al 38% di tasse.
Marijuana medica: gli acquisti non sono soggetti all'imposta sulle vendite al dettaglio, ma si applica ancora l'accisa del 15%. I comuni possono anche imporre una tassa sugli acquisti.
Colorado
Vendita al dettaglio: sono soggette a un'accisa del 15% e eventuali tasse locali aggiuntive. Marijuana medica: le vendite sono soggette a un'accisa statale del 2,9% e eventuali tasse locali aggiuntive. I grossisti sono inoltre soggetti a un'accisa del 15%, applicata al primo trasferimento di marijuana ad una azienda di trasformazione o rivenditore.
Connecticut
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti solo all'imposta sulle vendite al dettaglio in tutto lo stato del 6,35%.
Delaware
Marijuana medica: non ci sono tasse sulla marijuana medica.
Florida
Marijuana medica: non ci sono accise sulle vendite. Gli acquisti sono soggetti all'imposta statale sulle vendite al dettaglio del 6%.
Hawaii
Marijuana medica: non ci sono accise. Gli acquisti sono soggetti all'imposta sulle vendite al dettaglio in tutto lo stato del 4%, ad eccezione di Oahu dove l'aliquota fiscale è del 4,5%.
Illinois
Vendita al dettaglio: le aliquote fiscali sono complesse e si basano principalmente sul contenuto di THC. In generale, maggiore è la concentrazione di THC, maggiore è l'aliquota. Gli alimenti e le bevande contengono il 20% di accisa. Tutti gli altri prodotti a base di cannabis contenenti il 35% di THC o meno sono soggetti a un'accisa del 10%. Tutti gli altri prodotti a base di cannabis contenenti più del 35% di THC sono soggetti a un'accisa del 25%. Inoltre, c'è una tassa statale sulle vendite al dettaglio del 6,25% e potenzialmente altre tasse comunali (che possono arrivare fino al 3%). Quindi, approssimativamente, la cannabis è tassata al 16%, i commestibili al 26% e i concentrati al 31%.
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti solo all'imposta sulle vendite statale dell'1% sui farmaci.
Iowa
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti all'imposta statale sulle vendite al dettaglio del 6%, nonché a tasse locali aggiuntive.
Louisiana
Marijuana medica: gli acquisti non sono soggetti a tasse.
Maine
Vendita al dettaglio: gli acquisti sono soggetti a un'accisa del 10%, più l'imposta sulle vendite del 5,5% in tutto lo stato. Non sono ammesse tasse comunali locali aggiuntive.
Marijuana medica: non ci sono accise sulle vendite di medicinali, ma sono soggette alla normale imposta statale sulle vendite del 5,5%, ad eccezione degli edibili, che sono tassati all'8%. Non sono ammesse tasse comunali locali aggiuntive.
Commercio all'ingrosso: l'accisa sui coltivatori è di $ 335 per libbra di fiori, $ 94 per libbra per il taglio, $ 1,50 per libbra per le piantine e 35 centesimi per libbra per i semi.
Maryland
Marijuana medica: gli acquisti non sono soggetti all'imposta sulle vendite. Non ci sono accise specifiche.
Massachusetts
Vendita al dettaglio: accisa del 10,75%, più la normale imposta statale sulle vendite del 6,25% e un'accisa locale facoltativa fino al 3%. Risultato: circa il 17-20% di tasse totali.
Marijuana medica: non ci sono tasse.
Michigan
Vendita al dettaglio: accisa del 10% e imposta sulle vendite del 6% in tutto lo stato.
Marijuana medica: solo l'imposta sulle vendite del 6% in tutto lo stato.
Minnesota
Marijuana medica: gli acquisti non sono tassati.
Mississippi
Marijuana medica: il Mississippi ha votato per legalizzare la marijuana medica a novembre e si spera che il programma statale venga online quest'estate, anche se i legislatori statali stanno attivamente lavorando per renderlo meno applicabile approvando retroattivamente un disegno di legge alternativo. Se la proposta di legge approvata dagli elettori, l'Iniziativa 65, entrasse in vigore, tecnicamente non ci sarebbe una tassa per i pazienti, ma gli acquisti saranno soggetti a una "tariffa utente", che non eccederà l'imposta statale sulle vendite (7%).
Missouri
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti a una tassa del 4%. Non vengono imposte tasse aggiuntive.
Montana
La legalizzazione ricreativa dovrebbe partire nel 2022, includerà un'accisa del 20%. Non esiste alcuna imposta generale sulle vendite in tutto lo stato.
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti a un'accisa del 4%.
Nevada
Vendita al dettaglio: gli acquisti sono soggetti a un'accisa del 10%, oltre l'imposta sulle vendite del 4,6% in tutto lo stato. Un totale di circa il 15%
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti solo all'imposta sulle vendite del 4,6% in tutto lo stato. Commercio all'ingrosso: c'è un'accisa del 15% su vendite e trasferimenti.
New Hampshire
Marijuana medica: gli acquisti non sono soggetti ad alcuna tassa. Il New Hampshire non ha un'imposta sulle vendite al dettaglio in tutto lo stato.
New Jersey
Sta lentamente abbassando le tasse sugli acquisti di cannabis medica: 4% sulle vendite effettuate fino al 30 giugno 2021, 2% sulle vendite effettuate tra il 1 luglio 2021 e il 30 giugno 2022 0% sulle vendite effettuate dopo il 1 luglio 2022
Vendita al dettaglio: il programma ricreativo del New Jersey dovrebbe essere online entro la fine dell'anno. Le vendite saranno soggette all'imposta sulle vendite del 6,625% in tutto lo stato, ma nessuna accisa specifica sulla marijuana. I comuni potranno applicare un'imposta aggiuntiva del 2% sulle vendite. Una tassa totale di circa il 9%.
New Mexico
Marijuana medica: i dispensari sono tenuti a pagare un'imposta lorda sulle entrate, che varia in tutto lo stato dal 5,125% all'8,8125%. Alcuni dispensari calcolano questa tassa nel prezzo di un acquisto e altri la applicano al punto vendita.
New York
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti a un'accisa del 7%, ma non sono soggetti ad alcuna imposta sulle vendite al dettaglio in tutto lo stato.
Nord Dakota
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti all'imposta sulle vendite del 5% in tutto lo stato
Ohio
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti all'imposta sulle vendite in tutto lo stato, che varia tra il 6,5% e il 7,25% a seconda della contea.
Oklahoma
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti a un'accisa del 7%, all'imposta sulle vendite del 4,5% in tutto lo stato e a eventuali tasse comunali aggiuntive. Complessivamente circa il 12% o più
Oregon
Vendita al dettaglio: gli acquisti sono soggetti a un'imposta sul consumo del 17%, nonché a un'imposta comunale aggiuntiva del 3%. Non vi è alcuna imposta sulle vendite a livello statale
Marijuana medica: gli acquisti non sono tassati.
Pennsylvania
Marijuana medica: non ci sono tasse sugli acquisti.
Commercio all'ingrosso: c'è un'imposta del 5% pagata dai coltivatori / trasformatori quando vendono le loro merci ai dispensari.
Rhode Island
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti solo all'imposta sulle vendite del 7% in tutto lo stato. Inoltre, i "centri di assistenza" sono tenuti a pagare allo stato un supplemento del 4% su base mensile. Questi centri possono scegliere di trasferire questo supplemento, che è effettivamente una tassa, ai loro pazienti.
South Dakota
Vendita al dettaglio: la validità dell'emendamento A della legge sulla legalizzazione ricreativa, che gli elettori hanno approvato a novembre, è attualmente in discussione. Se il disegno di legge entrerà in vigore, le vendite saranno soggette a un'accisa del 15% sulla marijuana, oltre all'imposta sulle vendite del 4,5% in tutto lo stato.
Marijuana medica: il South Dakota ha votato per legalizzare la marijuana medica nel novembre 2020. Quando la legge sarà promulgata, le vendite di marijuana medica non saranno tassate.
Utah
Marijuana medica: non ci sono tasse sugli acquisti.
Vermont
Vendita al dettaglio: le vendite di marijuana ricreativa saranno soggette a un'accisa del 14% sulla cannabis e all'imposta sulle vendite del 6% in tutto lo stato del Vermont. Si stima circa il 20% complessivamente.
Marijuana medica: gli acquisti non sono tassati.
Virginia
Vendita al dettaglio: i negozi, che dovrebbero aprire nel 2024, riscuoteranno un'accisa statale del 21% oltre all'imposta sulle vendite del 5,3% in tutto lo stato. Una tassa supplementare del 3% può essere aggiunta dai comuni.
Washington
Vendita al dettaglio: gli acquisti sono soggetti a un'accisa del 37%.
Marijuana medica: gli acquisti non sono tassati.
Washington, D.C.
Vendita al dettaglio: mentre il possesso di cannabis è legale, le vendite non lo sono.
Marijuana medica: gli acquisti sono soggetti a un'imposta del 5,75%.
West Virginia
Marijuana medica: dispensari sono tenuti a pagare una tassa del 10% sulle entrate lorde.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori