testata ADUC
La Camera tedesca approva la cannabis ricreativa
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
23 febbraio 2024 16:12
 
Il parlamento tedesco ha approvato una nuova legge per consentire l’uso ricreativo della cannabis.

Secondo la legge, in Germania i maggiori di 18 anni potranno possedere notevoli quantità di cannabis, ma regole rigide ne renderanno difficile l’acquisto.

Fumare cannabis in molti spazi pubblici diventerà legale dal 1 aprile.

Negli spazi pubblici sarà consentito il possesso fino a 25 g, equivalenti a dozzine di spinelli forti. Nelle abitazioni private il limite legale sarà di 50 g.

Già la polizia in alcune parti della Germania, come Berlino, spesso chiude un occhio sul fumo in pubblico, anche se il possesso della droga per uso ricreativo è illegale e può essere perseguito. Nonostante la legge in vigore, da anni il consumo di stupefacenti tra i giovani è in forte aumento, afferma il ministro della sanità Karl Lauterbach, promotore della riforma: Vuole indebolire il mercato nero, proteggere i fumatori dalla cannabis contaminata e tagliare i flussi di entrate per le bande della criminalità organizzata.

Ma i cannabis café legali non ci saranno subito in tutto il Paese, occorrerà attende il prossimo 1 luglio.

Un feroce dibattito sulla depenalizzazione della cannabis infuria da anni in Germania, con gruppi di medici che esprimono preoccupazione per i giovani e conservatori che affermano che la liberalizzazione alimenterà l'uso di droghe.

Simone Borchardt, dell'opposizione conservatrice CDU, ha dichiarato al Bundestag, il parlamento tedesco, che il governo ha portato avanti la sua "legge confusa e del tutto inutile" nonostante gli avvertimenti di medici, polizia e psicoterapeuti.

Ma secondo Lauterbach la situazione attuale non è più sostenibile: "Il numero dei consumatori tra i 18 ei 25 anni è raddoppiato negli ultimi 10 anni".

Come spesso accade in Germania, la legge approvata dai parlamentari venerdì pomeriggio è articolata. Fumare cannabis in alcune aree, come vicino alle scuole e ai campi sportivi, sarà ancora illegale. Fondamentalmente, il mercato sarà strettamente regolamentato, quindi acquistare la cannabis non sarà facile.

I piani originali per consentire ai negozi e alle farmacie autorizzati di vendere cannabis sono stati accantonati a causa delle preoccupazioni dell’UE che ciò potrebbe portare a un aumento delle esportazioni di droghe.

Invece, i club di membri non commerciali, soprannominati “cannabis social club”, cresceranno e distribuiranno una quantità limitata di droga.
Ogni club avrà un limite massimo di 500 membri, non sarà consentito consumare cannabis in loco e l'iscrizione sarà disponibile solo per i residenti in Germania.

Sarà consentita anche la coltivazione della propria cannabis, con un massimo di tre piante di marijuana consentite per famiglia.

Ciò significa che la Germania potrebbe trovarsi nella posizione paradossale di consentire il possesso di quantità piuttosto elevate di droga, rendendone allo stesso tempo difficile l’acquisto.

I fumatori abituali ne trarrebbero beneficio, ma gli utenti occasionali farebbero fatica ad acquistarlo legalmente e i turisti ne sarebbero esclusi. I critici sostengono che questo non farà altro che alimentare il mercato nero.

Nei prossimi anni il governo vuole valutare l’impatto della nuova legge ed eventualmente introdurre la vendita autorizzata della cannabis.

Ma visto quanto tortuoso è stato il dibattito finora, nulla è certo.

Nel frattempo, i conservatori dell’opposizione affermano che se entreranno al governo l’anno prossimo, aboliranno completamente la legge. È improbabile che la Germania diventi presto la nuova Amsterdam d’Europa.
(BBC)

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS