testata ADUC
Patente e metadone
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
15 agosto 2017 0:00
 
Mi hanno sospeso la patente a seguito di analisi eseguito per un incidente stradale nelle quali sono ovviamente risultato positivo al metadone perché sono in cura metadonica presso il sert da più di 3 anni e da più di 2 con urine sempre pulite.
La mia domanda è:" ho fatto ricorso chiedendo la restituzione per motivi lavorativi visto che sono risultato positivo solo ed esclusivamente al metadone perché in cura presso il sert allegando lettera del medico che dice che sono in cura e che sono più di 2 anni che sono pulito da eroina e cocaina. Ho qualche speranza che mi ridiano la patente?
Stefano, da Torino (TO)

Risposta:
quel che rileva non sono le tracce di metadone, come anche di altre sostanze. Dal punto di vista legale, ciò che rileva è che l'assunzione di metadone non abbia causato in concreto un'alterazione psico-fisica nel momento in cui lei stava guidando. Se al momento dell'incidente lei era sotto l'effetto, purtroppo il ricorso non andrà bene. Se invece si trattava di tracce di metadone, ma non di livelli sufficienti per dimostrare che al momento dell'incidente lei era in stato di alterazione psico-fisica, lei avrà diritto alla restituzione della patente. Le consigliamo di interpellare, oltre ad un avvocato, anche un esperto medico-legale che possa valutare l'esatta portata di quanto trovato nelle sue analisi.
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori