testata ADUC
Thailandia. Narcotrafficanti, esecuzioni in diretta: un palinsesto macabro
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
16 novembre 2001 20:30
 
Il Governo thailandese prevede di fucilare i trafficanti davanti alle telecamere televisive in una "diretta dissuasiva".
Il Ministro dell'ufficio del premier -Thammarak Issarangkura- ha riferito a France Press di ritenere altamente dissuasive le immagini dei condannati che si dirigono nella stanza delle esecuzioni, osservando, pero', che la visione dei cadaveri sarebbe decisamente piu' efficiente dei tradizionali resoconti stampa; tutto in nome della lotta alla droga. Il Ministro ha aggiunto che "cio' fara' paura ai trafficanti di droga", illustrando che sono in corso incontri con le autorita' carcerarie per determinare se sara' possibile mandare in onda le immagini delle prossime esecuzioni.
Gia' nell'Aprile scorso alcune troupe televisive erano state invitate per presenziare, e immortalare, l'esecuzione di cinque narcotrafficanti; le intenzioni del Governo, mostrare determinazione nella lotta alla droga, sono naufragate in un mare di critiche. Le droghe sintetiche, per esempio, hanno vissuto uno sviluppo incontrastato: un consumo condiviso da circa 4 milioni di persone.
Le esecuzioni in Thailandia sono riprese nel 1996 dopo una sospensione di nove anni.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori