testata ADUC
 MESSICO - MESSICO - Guerra alle droghe. 12 corpi trucidati trovati in un furgone tra Michoacán e Guerrero
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
24 maggio 2020 16:24
 
I narcotrafficanti hanno lasciato i corpi di 12 uomini in un furgone dopo averli colpiti a morte con armi da fuoco al confine tra gli Stati di Michoacán e Guerrero, nel Messico occidentale.
L'ufficio del procuratore generale (FGE) di Michoacán ha fatto sapere che la scoperta dei corpi è avvenuta nella città di El Terrero Prieto, nel comune di San Lucas.
I 12 corpi sono stati accatastati nel bagagliaio di un furgone NP-300 Nissan, che è risultato rubato il 13 settembre 2019 a Città del Messico, la capitale del Paese.
Le vittime, ha fatto sapere in particolare la FGE, presentavano gravi segni di tortura e ferite di arma da fuoco.
Molti corpi erano nudi e altri indossavano solo biancheria intima o pantaloni, segno che sono stati umiliati prima dell’uccisione.
La FGE ha trasferito i corpi al Servizio medico legale (Semefo), quindi sono ancora in attesa di essere identificati e rivendicati dai loro parenti.
Una delle linee di indagine seguite dalla Procura valuta una vendetta tra i cartelli della droga, che si contendono il controllo delle operazioni illegali nell'area di confine di Michoacán e Jalisco.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori