testata ADUC
 FILIPPINE - FILIPPINE - Cannabis terapeutica. Verso la legalizzazione
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
18 febbraio 2020 14:21
 
È un piccolo passo, ma è praticamente un piede nella porta.
I sostenitori che spingono per la legalizzazione della cannabis terapeutica hanno ottenuto una vittoria virtuale quando il Dangerous Drugs Board (DDB) ha recentemente approvato "in linea di principio" una risoluzione per consentire l'uso del cannabidiolo (CBD) per alleviare gravi forme di epilessia.
Il DDB è l'organo decisionale e di elaborazione delle strategie del governo per la prevenzione e il controllo dell'abuso di droghe.
Tra le centinaia di componenti della cannabis, il CBD, un antidolorifico, è uno dei due più attivi, l'altro è il tetraidrocannabinolo (THC) che produce l'effetto "alto" o i suoi effetti psicoattivi.
Sostenuto dalla scienza
Un rapporto dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) afferma: "Nell'uomo, il CBD non mostra effetti indicativi di alcun potenziale di abuso o dipendenza ... Ad oggi, non vi sono prove di problemi relativi alla salute pubblica associati all'uso di CBD puro".
Ci sono state prove scientifiche del fatto che il CBD - che deriva dalla pianta di canapa, un "cugino" della cannabis - allevia le convulsioni nelle persone con epilessia.
Uno degli studi più recenti è stato intrapreso dal Dr. Orrin Devinsky, professore di neurologia, neurochirurgia e psichiatria presso la New York University (NYU) School of Medicine e direttore del Centro globale di epilessia di Langone di Langone.
"Questo nuovo studio aggiunge prove rigorose dell'efficacia del cannabidiolo nel ridurre l'onere convulsivo in una grave forma di epilessia e, soprattutto, è il primo studio nel suo genere a offrire maggiori informazioni sul corretto dosaggio", ha affermato Devinsky, i cui risultati sono stati pubblicati online il 17 maggio 2018, nel New England Journal of Medicine.
Il sottosegretario Benjie Reyes, membro permanente del DDB, ha detto al ricercatore che l'OMS ha raccomandato alla Commissione sui narcotici (CND) - la controparte del DDB nelle Nazioni Unite - di consentire la riclassificazione del CBD con 0,2% di THC nelle Nazioni Unite del 1971 Convenzione sulle sostanze psicotrope come nella Tabella 4, o sostanza con uso medico attualmente accettato nel trattamento, con un basso potenziale di abuso.
Approvazione negli Stati Uniti
Le Filippine sono firmatarie della Convenzione delle Nazioni Unite sui farmaci psicotropi.
In una rapida svolta degli eventi nel 2018, la Drug Enforcement Agency degli Stati Uniti ha approvato l'uso legale del CBD con 0,1% di THC.
Nello stesso anno, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato l'uso legale di Epidiolex, una soluzione orale di CBD prodotta da GW Pharmaceuticals, per il trattamento delle convulsioni associate a due forme rare e gravi di epilessia: la sindrome di Lennox-Gastaut e Sindrome di Dravet - in pazienti di età pari o superiore a 2 anni.
Questo è il primo farmaco approvato dalla FDA che contiene una sostanza purificata derivata dalla cannabis. È anche la prima approvazione FDA di un farmaco per il trattamento di pazienti con sindrome di Dravet.
“Questa approvazione serve a ricordare che l'avanzamento dei programmi che valutano correttamente i principi attivi contenuti nella marijuana, può portare a importanti terapie mediche. E la FDA è impegnata in questo tipo di attenta ricerca scientifica e sviluppo di farmaci ", ha affermato il commissario della FDA Scott Gottlieb, che è un medico.
Chi può trarne beneficio
Secondo le stime, il dott. Donnabel Cunanan, dentista e membro fondatore e portavoce della Philippine Cannabis Compassion Society (PCCS), il principale referente legale della House Bill, ha riferito che nel 2014 c'erano circa 250.000 bambini nelle Filippine affetti da disturbo epilettico No. 279.
Se questo disegno di legge sarà approvato, legalizzerà e regolerà l'uso medico della cannabis che si ritiene abbia usi benefici e terapeutici nel trattamento di condizioni mediche croniche o debilitanti.
Verranno anche istituiti dei Centri di somministrazione per la cannabis medica (MCCC), autorizzati a vendere, fornire e distribuire cannabis medica a pazienti qualificati o ai loro caregiver attraverso farmacisti autorizzati.
"Non c'è bisogno di una lista"
"In realtà, la nostra posizione è che non è necessaria una lista ad hoc", ha dichiarato Reyes di DDB. “Può accelerare (il processo), se il legislatore approverà questa lista. Non dobbiamo aspettare la decisione del CND perché le nostre leggi locali avranno la precedenza."
"Ma anche senza la legge, purché sia ??in forma di medicina, può essere registrato (CBD)", ha detto. “Proprio come gli oppiacei, la morfina, e quelle sono droghe pericolose, ma in forma di medicina, possono essere usati. La cocaina è usata per l'anestesia."
Il DDB ha tenuto audizioni pubbliche con PCCS, in particolare sui seguenti punti:
1) La riclassificazione di medicinali contenenti CBD con non più dello 0,1% di THC dall'Allegato 1 (nessun uso medico attualmente accettato nel trattamento nelle Filippine) e l'Allegato 2 (attualmente ha accettato l'uso medico) al Programma 4 (ha attualmente accettato l'uso medico nelle Filippine ed ha un basso potenziale di abuso);
2) Creazione di linee guida per la risoluzione della scheda DDB intitolata "Requisiti per l'emissione di una licenza per acquisire, possedere e utilizzare prodotti farmaceutici non registrati contenenti farmaci pericolosi per uso personale".
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori