testata ADUC
 PARAGUAY - PARAGUAY - Cannabis terapeutica. Presidente firma legge legalizzatrice
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
10 gennaio 2018 13:44
 
Il presidente del Paraguay, Horacio Cartes, ha firmato la legge che istituisce un programma per regolamentare la produzione e l’uso della cannabis e dei suoi derivati ??per la ricerca medica e scientifica. Il Senato paraguaiano aveva approvato la normativa all’inizio di dicembre. L’uso terapeutico della cannabis era già di fatto legale da luglio 2017, quando erano cominciate le vendite di olio di cannabisimportato dall’estero.
La legge ora stabilisce la creazione del “Programma nazionale per lo studio e la ricerca medica e scientifica sull’uso medicinale della pianta di cannabis e dei suoi derivati ??(Proincumec)“, come organo che si occuperà dell’applicazione per l’uso medico e scientifico della cannabis in Paraguay. La nuova legge autorizza “a promuovere la ricerca medica e scientifica sull’uso medicinale, terapeutico e/o palliativo della pianta di cannabis e dei suoi derivati ??per il trattamento di malattie e condizioni nell’uomo, per la quali sarà regolata anche la produzione controllata“.
Tra le attribuzioni di Proincumec il dover garantire “il libero accesso all’olio di canapa e ad altri derivati ??della pianta di cannabis a qualsiasi persona che aderisca al programma” o “faccia ricerca sulle proprietà della pianta di cannabis e dei suoi derivati ??nelle terapie sull’uomo”. L’organi di controllo avrà anche il compito di studiare gli effetti collaterali dell’uso terapeutico della cannabis nell’uomo e incoraggerà la partecipazione “volontaria” dei pazienti a studi scientifici e ricerche sull’uso medicinale della cannabis in determinate patologie.
La normativa prevede inoltre la promozione della “industrializzazione controllata dell’olio di canapa e di altri derivati ??della pianta di cannabis per uso medicinale“, cosa che richiederà l’esclusione della cannabis dalla lista di sostanze stupefacenti in Paraguay. Il Segretariato nazionale antidroga (Senad) sarà responsabile di ogni coltivazione o processo di produzione di cannabis per gli scopi stabiliti dalla legge, nonché per l’importazione di piante o semi di cannabis. Invece il Senave (National Plant and Seed Quality and Health Service) svolgerà un ruolo chiave nell’autorizzare il commercio di prodotti a base di cannabis e nel delimitare i tipi di semi che possono essere utilizzati a scopi medici nelle colture.
Il regolamento stabilisce anche l’istituzione di un Registro nazionale obbligatorio degli utenti di prodotti derivati ??dalla cannabis che sarà creato presso il Ministero della sanità pubblica per avere il controllo sui pazienti che usano questi prodotti nel paese sudamericano. Rimarrà vietata l’autocoltivazione a scopo terapeutico personale in uno dei maggiori produttori di cannabis (illegale) del Sud America.
(da Fuoriluogo)
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori