testata ADUC
 CANADA - CANADA - Cannabis terapeutica. Effetti positivi contro sclerosi multipla
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
15 luglio 2021 13:04
 
La sclerosi multipla è sia una malattia neurologica (che colpisce i nervi) sia autoimmune (che colpisce il sistema immunitario). I sintomi comuni includono, ma non sono limitati a: affaticamento, dolore, perdita della vista e coordinazione degradante. I sintomi della condizione e la gravità e la durata coinvolte variano da paziente a paziente. Alcuni pazienti con sclerosi multipla manifestano sintomi lievi e molti, purtroppo, manifestano sintomi estremi e sono completamente debilitati. Si stima che nel mondo circa 3 milioni di persone soffrano di sclerosi multipla.
Una serie di studi ha scoperto che la cannabis può aiutare.

Sintomi della vescica migliorati
Un sintomo della sclerosi multipla particolarmente problematico è il disturbo della vescica. Ben l'80% dei malati soffre di questi disturbi. Che si verificano con una vescica iperattiva e non si può trattenere l'urina per molto tempo o una vescica che non si svuota correttamente.
Un team di ricercatori in Canada ha condotto un'indagine trasversale su pazienti con sclerosi multipla che ha coinvolto 775 soggetti. "Tra tutti gli utenti, il 78,1% ha riportato un'indicazione medica o terapeutica primaria per il consumo", hanno affermato gli autori dello studio. "La cannabis è stata associata a un miglioramento dei sintomi della vescica se utilizzata specificamente per quei sintomi”, hanno concluso i ricercatori.

Valutazioni di spasticità migliorate
Una delle cause principali di questi malati che soffrono di perdita di coordinazione è la spasticità. Che comporta problemi legati ai muscoli che interferiscono con il movimento fisico e talvolta con il linguaggio. Un team di ricercatori in Belgio ha recentemente condotto uno studio in cui ai pazienti con sclerosi multipla è stato fornito un prodotto chiamato Sativex, che è uno "spray per mucosa orale di cannabinoidi". Lo studio ha coinvolto 276 pazienti dislocati in 8 diverse strutture sparse in tutto il Belgio. “Più del 60% dei pazienti con SM che hanno iniziato un trattamento aggiuntivo con cannabinoide spray per mucosa orale ha riportato un effetto sintomatico clinicamente rilevante e ha continuato il trattamento dopo 12 settimane e mezzo”, hanno concluso gli autori dello studio.
(Cannabis & TechToday)
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori