testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Botte dal figlio per la droga
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
9 agosto 2019 16:31
 
Il dramma peggiore: le violenze e le minacce di morte dal figlio. Con tanto di un coltello puntato alla gola. È il dramma quotidiano vissuto a lungo da una donna in Umbria e finalmente terminato, dopo la decisione del giudice di allontanare il figlio di 21 anni dalla casa familiare.
Una decisione giunta dopo la quarta denuncia presentata dalla madre. Che ha raccontato agli investigatori la sofferenza quotidiana fatta di spinte, calci, pugni, schiaffi, di soldi rubati e di quella terribile minaccia di sgozzarla con un coltello.
Una minaccia arrivata dopo l'ultima denuncia: «Ti ammazzo e poi mi uccido» avrebbe detto il giovane alla madre. Che ha anche ammesso di come i maltrattamenti siano iniziati dopo che il ragazzo avrebbe cominciato a far uso di droga.
Secondo quanto si apprende, questa ultima denuncia risale ai primi giorni di luglio, dopo che il figlio (secondo quanto raccontato dalla donna) aveva ricominciato a tormentarla. La donna ha raccontato la sua grande paura, motivata dal fatto che in casa erano solo loro due e sottolineando come più volte in casa sono intervenute le forze dell'ordine per calmare il ragazzo e riportare la situazione alla calma.
E così il giudice, dopo aver sentito il giovane ieri mattina in tribunale, ha deciso di allontanarlo da casa. Con la speranza che questo calvario sia finito.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori