testata ADUC
Cannabis legale. Le nuove opportunita' del mercato in California
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
14 gennaio 2018 18:40
 
 Da quando il mercato legale di marijuana piu’ grande del mondo ha aperto le sue porte in California, al'linizio di quest’anno, una nuova opportunita’ di business si e’ aperta per gli imprenditori. “Lavoro con vari attori dell’industria della cannabis. Che fanno lavori di acquisto e vendita per coltivare e vendere a Los Angeles”, spiega l’esperto immobiliare Alex Bosschaerts, noto per il suo lavoro con case di lusso e locali commerciali. Sempre piu’ chef, esperti di cucina e viniviticultori fanno esperimenti con questo ingrediente. Il negozio Rebel Coast Winery offre un vino bianco che contiene THC, un composto della cannabis, ma non alcolico, perche’ viene rimosso attraverso un processo speciale. Il ristorante vegano Gracias Madre attrae clienti offrendo cocktail a base di cannabis, ma il tipo di sostanza che utilizza non produce l’effetto psicotropo tradizionale della marijuana. La panetteria Cheba Bakery, invece, usa questa pianta per i dolci di compleanno, biscotti e altri prodotti di pasticceria per le feste. Il negozio MedMen di West Hollywood -uno dei pochi negozi che hanno i permessi necessari per vendere a coloro che cercano solo ricreazione- propone sul suo sito web un ampio menu’ di prodotti per un pubblico di alto livello. Il panorama nelle strade non e’ cambiato molto. Nonostante la legislazione che e’ entrata in vigore dal 1 gennaio scorso permette la vendita di marijuana a fini ricreativi, come se fosse del tabacco, non esistono coffee shop come ad Amsterdam, e inoltre non e’ legale fumare in pubblico. Anche coloro che comprano questo prodotto a Los Angeles per usarlo in casa, hanno a che fare con alcune restrizioni: occorre avere 21 anni minimo e pagare in contanti. Quelli che percorrono in auto le strade della citta’, si ritrovano con cartelli che dicono “Drive higj, get a DUI” (maneggia droga e sarai sanzionato per aver guidato sotto gli effetti di stupefacenti), che e’ una campagna della California Highway Patrol.Tra gli abitanti che sono contenti per la nuova legge, e che sperano nell’apertura di piu’ negozi, si trovano coloro che consumavano marijuana prima che fosse legalizzata dallo Stato. “Si trova sempre il modo di trovarla, ma ora e’ piu’ facile. Non solo, ma e’ anche di migliore qualita’. Spendo in media tra 80 e 120 dollari al mese in marijuana, ed ora con la nuova legislazione comincio a trovare nuove tipologie. Questo mi emoziona”, commenta un musicista noto come Dj Solo.Nel frattempo, alcuni prevedono un gran successo per l’industria della cannabis, che si intravede che posa diventare una sostanza con la stessa popolarita’ dell’alcool.

(articolo pubblicato su CE NoticiasFinancieras del 14/01/2018)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori