testata ADUC
 AFGHANISTAN - AFGHANISTAN - Verso l'aumento della produzione di oppio. Unodc
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
11 ottobre 2011 10:52
 
La produzione di oppio in Afghanistan aumentera' del 61 per cento nel 2011 rispetto all'anno precedente. Il valore delle coltivazione piu' che raddoppiera'. Sono queste le stime dell'Unodc, l'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di lotta al traffico di stupefacenti.
Il prezzo e' cresciuto da 169 a 241 dollari al kg, come si evince dal rapporto annuale dell'ufficio Onu. Lo scorso anno circa 605 milioni di dollari di oppio sono stati prodotti in Afghanistan, mentre quest'anno si stimano guadagni per 1,4 miliardi di dollari, un incremento del 133%.
Arriva dall'Afghanistan circa l'80% del totale dell'oppio prodotto su scala mondiale. Per il paese la produzione della sostanza contribuisce al 9% del Prodotto interno lordo. "I guadagni piu' alti ricavati dall'oppio, contro i prezzi piu' bassi del grano, possono aver incoraggiato i coltivatori a riprendere la coltivazione del papavero da oppio", si legge nel rapporto.
Sono circa 191.500, pari al 5% della popolazione, gli afghani coinvolti nella coltivazione dell'oppio. La pianta e' coltivata nella meta' delle 34 province del paese, ma il 95% della produzione arriva da nove province, "nelle zone piu' instabili del sud e del sud-ovest - si legge ancora - dominate dall'insorgenza e dalle reti del crimine organizzato". Questo dato, secondo l'Onu, "conferma il link tra l'insorgenza e la coltivazione di oppio fin dal 2007".
"L'Afghan Opium Survey 2011 manda il messaggio forte che non si puo' restare inerti di fronte a questo problema - ha commentato Yury Fedotov, direttore esecutivo di Unodc - E' necessario un forte impegno dei partner interni e internazionali". Secondo il rapporto, la truppe afghane e internazionali nel 2011 sono state in grado di sradicare 3.810 ettari di oppio in 18 province, contro i 2.316 ettari in undici province dello scorso anno. Le squadre impegnate in questa missione si sono confrontate con incidenti di quattro volte piu' numerosi rispetto a quelli dello scorso anno.


 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori