testata ADUC
 MESSICO - MESSICO - Guerra alla droga. Le droghe sintetiche stanno sostituendo la cannabis
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
23 dicembre 2019 10:24
 
La produzione di marijuana sta diminuendo nel Paese: si è smesso di seminare perché cartelli come Sinaloa e Jalisco Nueva Generación optano sempre più per droghe sintetiche come fentanil e metanfetamine, che danno loro rilevanti guadagni economici, così come fa sapere il capo della sottosezione di analisi e statistica della settima sezione dello stato maggiore della difesa nazionale, Carlos Alberto Soto Muerza. Stanno diminuendo le produzioni del fentanil e della cocaina, le droghe più potenti e pericolose, cresciute grazie alla domanda negli Stati Uniti. "La radiografia è molto chiara nel senso che ci sono gruppi che erano dedicati alla semina e ora sono dedicati a ciò che è più redditizio per loro, come lo sono le droghe sintetiche". Ed ha aggiunto: "La marijuana scende perché hanno smesso di seminare. La maggior parte dei gruppi criminali è impegnata in droghe sintetiche, che negli ultimi due anni hanno aumentato il traffico per i costi e la facilità di trasferimento, ma soprattutto i costi, che sono molto più bassi di marijuana e papavero", ha detto Soto Muerza, aggiungendo che finora nel 2019, l'esercito ha sequestrato 146 chili di polvere, 352.000.758 pillole e 480 fiale di fentanil, con un impatto finanziario di 65 milioni 405 mila dollari ai gruppi criminali organizzati. "Occorre impedire il costante pericolo per la nostra società e i nostri giovani che le droghe sintetiche rappresentano. Indipendentemente da tutto ciò che include la violenza e ciò che genera, tutti gli aspetti a breve termine causati dal trasferimento di droga, il più grande impatto è quello sulla salute".

Per quanto riguarda la marijuana, il comando militare ha detto che "gli elementi dispiegati hanno distrutto 19 mila piantagioni e assicurato 149 mila chilogrammi di queste piante". Spiccano anche i seuestri metanfetamina, con più di 13 tonnellate e anche i sequestri di cocaina, maggiori rispetto agli altri anni. Abbiamo sequestrato più di 10 tonnellate di questa droga". Il Ministero della Difesa Nazionale (Sedena) registra una diminuzione della coltivazione di marijuana negli stati di Chihuahua, Durango e Sinaloa, che compongono il Triangolo d'oro, oltre ad alcune parti di Michoacán, Jalisco e Guerrero. "Al contrario, le piantagioni di papavero sono cresciute, perché a livello di laboratorio di sostanze come l'eroina iniziano a essere più attraenti".

Alla domanda se c'è un allarme per Il traffico di fentanil nel Paese, Soto Muerza ha risposto che Sedena si è molto impegnato nel contenere il traffico di questo farmaco, che arriva attraverso i porti messicani dall'Asia. "Non è vero e proprio un allarme, ma bisogna stare molto attenti, e il Ministero della Difesa Nazionale vi si è molto dedicato e ha formato il proprio personale per rilevare questo tipo di droga, con la conseguenza dei risultati favorevoli che sono stati ottenuti". L’esercito ha smantellato 37 laboratori di questo tipo di sostanze, che, come i precursori chimici, sono fabbricate nelle aree montane, mentre alcuni laboratori sono stati trovati anche nelle aree rurali. "Va chiarito che questo tipo di farmaco [fentanil] non è prodotto in Messico, i suoi precursori provengono dall'Asia, probabilmente in gran parte dalla Cina e dall'India. Qui viene solo ricevuto, prodotto e trasferito negli Stati Uniti e in Canada", ha spiegato. "Il traffico di fentanil in Messico è stato rilevato negli Stati di confine: Baja California, Sonora, Chihuahua e sporadicamente nel centro del Paese". Alcune produzioni sono state persino rilevate in Quintana Roo e Yucatán, che sono attraenti per la presenza di stranieri, ma di solito si trovano nel nord del Paese.
"L'impegno dell'Esercito e dell'Aeronautica nella lotta contro Il traffico di stupefacenti è permanente, è un impegno che abbiamo preso con la società, con il popolo messicano per compiere tutti i tipi di azioni necessarie a limitare il traffico di stupefacenti e l'uso di droghe".

(El Universal del 22/12/2019)
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori