testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - 33,8% detenuti per droghe in Toscana. Garante
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
22 ottobre 2019 14:07
 
Nel 2018, a fronte di 2.739 ingressi totali nelle carceri toscane, 849 di essi, pari al 31%, sono avvenuti per violazione dell'articolo 73 del Dpr 309/90, ovvero la legge Iervolino-Vassalli in materia di stupefacenti e sostanze psicotrope. Per quanto riguarda le presenze in carcere, la quota legata alle violazioni della legge Iervolino-Vassalli sono pari al 33,8% di cui il 62,39% sono detenuti stranieri. Tali dati emergono dallo studio sull'impatto delle leggi sulle droghe nelle carceri della Toscana promossa dal garante regionale dei detenuti Franco Corleone e realizzata in collaborazione con la fondazione Michelucci. "E' una ricerca fondamentale - ha commentato Corleone - dopo la legge oltremodo punitiva della Fini-Giovanardi siamo tornati alla Iervolino-Vassalli di 30 anni fa e il risultato e' che il carcere e' sovraffollato per una sola legge. Nel mondo si sta discutendo e scegliendo altre strade forse anche per l'Italia e' giunto il momento di farlo".
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori