testata ADUC
Cannabis. In Usa le aziende aumentano i profitti dove è legale
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
3 febbraio 2020 14:33
 
 Gli Stati degli Usa hanno sperimentato varie forme di legalizzazione della marijuana per anni e, secondo alcune nuove ricerche, gli affari sono migliori dove la cannabis è legale.
Per indagare sull'impatto che la legalizzazione ha sull'economia, i ricercatori dell'Università dell'Iowa hanno analizzato 9.810 società tra il 1991 e il 2017, trovando "una molteplicità di effetti positivi" dopo che uno Stato ha promulgato leggi sulla marijuana medica.
"Le aziende con sede negli Stati che legalizzano la marijuana ricevono valutazioni di mercato più elevate, guadagnano rendimenti azionari più elevati, migliorano la produttività dei dipendenti e aumentano l'innovazione", hanno affermato gli autori.

Lo studio, che è stato esaminato dalla rivista Marijuana Moment ma non è ancora stato pubblicato, ha evidenziato che avere leggi sulla cannabis può liberare il potenziale precedentemente non sfruttato dei dipendenti e aiutare le aziende ad attrarre nuovi talenti.
Le aziende "diventano più produttive e assumono capitale umano più produttivo da fuori del loro Stato dopo che una legge vine approvata".
Inoltre "le aziende guadagnano un reddito netto più elevato per dipendente" dopo l'approvazione di una legge sulla cannabis medica e "l'impatto positivo è tale anche nei successivi due anni".

Inoltre, lo studio ha rilevato un aumento del 4,2% del valore dell'azienda, che si traduce in un aumento medio del valore di mercato delle società di $ 166 milioni dopo l'emanazione di una legge sulla marijuana medica.
"Le imprese sperimentano un aumento della redditività probabilmente a causa dello shock positivo post-legalizzazione del capitale umano", rileva lo studio.

Profitti più elevati e maggiore produttività non sono gli unici benefici che un'azienda vede dopo la legalizzazione della marijuana. Per quanto riguarda i valori delle azioni, le società che operano negli Stati con cannabis terapeutica rendono meglio di quelle dove la marijuana è proibita.
Inoltre, il valore delle azioni delle società negli Stati con marijuana medica legale è aumentato del 4,56 percento. Un "portafoglio di pari peso", considerando titoli simili in Stati senza una legislazione sulla marijuana medica ha mostrato una perdita di circa il due per cento all'anno.
Anche i rendimenti degli stocks sono stati del 4,44% in più all'anno per le aziende negli Stati che hanno legalizzato.

Qual è la fonte di tali benefici finanziari? Gli autori hanno ritengono che le aziende accrescono le loro innovazioni dopo l'approvazione delle leggi sulla marijuana, rendendo l'azienda più redditizia nel tempo, rispetto alle loro controparti in aree che non consentono affatto la cannabis.
"I nostri risultati implicano che dopo la legalizzazione della marijuana, le aziende non solo richiedono più brevetti e ricevono più considerazione su tali brevetti, ma sono anche più produttive ed efficienti producendo innovazioni dal lavoro e dagli input su ricerca e sviluppo".

Infine, lo studio ha analizzato la "produttività dell'innovazione" di coloro che lavorano, vivono e si spostano nello Stato, dopo l’approvazione di una legge sulla marijuana medica.
"I creativi che si trovano nello Stato sia prima che dopo la legalizzazione diventano più prolifici" dopo la legalizzazione. E quando si tratta di attrarre nuovi talenti da altri Stati, "più creativi si trasferiscono lì dove la marijuana medica è diventata legale, rispetto a quando non lo era".
Il vantaggio è duplice per tali aziende. Oltre ad "essere in grado di attrarre creativi più produttivi" negli Stati con marijuana medica "rispetto agli Stati che non legalizzano", colo che già lavorano in queste aziende percepiscono anche una spinta all'innovazione dopo la legalizzazione.
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori