testata ADUC
Cannabis CBD. Boom di vendite in Svizzera
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
19 giugno 2019 8:36
 
Dopo la International Cannabis Business Conference si è unita a CannaTrade ed ha fatto il suo primo esordio a Zurigo quest'anno, è stato evidente che l'esperienza della Svizzera nel legalizzare la cannabis, sebbene con un limite di THC dell'1%, è stata un successo. Il Paese ha legalizzato la cannabis con quantità limitate di THC nel 2011 e ha presto depenalizzato il possesso, diventando rapidamente un leader internazionale nella cannabis ad alto contenuto di CBD e basso contenuto di THC, esportando in tutto il mondo. Queste riforme della cannabis hanno portato più libertà e lavoro agli svizzeri, e le entrate da vendite legali hanno continuato a salire, infrangendo i record delle vendite di pochi anni fa.

“The Local” ha riferito di entrate record in un contesto in cui potrebbe essere aperta la strada alla piena legalizzazione

    Le entrate fiscali derivanti dalla cannabis legale come alternativa al tabacco hanno raggiunto l'anno scorso 15,1 milioni di franchi (13,5 milioni di euro), rispetto a 400.000 anni dell’anno prima, come l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha riferito al settimanale svizzero SonntagsZeitung.

La maggior parte dei fumatori di questi prodotti sono giovani, suggerisce un sondaggio di Addiction Switzerland. Gli intervistati hanno reclamizzato i benefici del componente attivo cannabidiolo (CBD), sostenendo che li ha aiutati in problemi di sonno e stress, dando loro nel contempo un certo benessere.
A febbraio, il governo svizzero ha fatto delle sperimentazioni scientifiche sull'impatto del consumo di cannabis su salute pubblica e sicurezza. Migliaia di persone che vi hanno partecipato hanno potuto "legalmente" ricevere una piccola quantità di cannabis ogni mese, anche sotto forma di cibo.

Poiché i benefici terapeutici del CBD non sono solo valutati in contesti marginali e attirano sempre più attenzione, è molto probabile che le vendite di cannabis svizzere continueranno a salire nei prossimi anni. L'unica domanda è quando il governo svizzero permetterà che anche le varietà di cannabis ad alto contenuto di THC raggiunga il mercato. La Svizzera ha una grande opportunità di continuare la sua leadership nel mondo dei CBD e di espandere il proprio mercato prima che la maggior parte dei suoi vicini europei le faccia una vera concorrenza.

(articolo di Anthony Johnson, pubblicato sulla rivista della ICBC - International Cannabis Business Conference – del 18/06/2019)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori