testata ADUC
 ALBANIA - ALBANIA - Coltivazione cannabis. Presidente preoccupato
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
6 gennaio 2017 19:09
 
 Il presidente della Repubblica albanese si e' detto allarmato della diffusione del fenomeno della coltivazione della marijuana nel paese. In un'intervista rilasciata all'emittente tv albanese "Channel One", Nishani ha dichiarato di aver avuto informazioni dai servizi segreti su "tonnellate di semi di marijuana entrate nel paese". Il capo dello Stato ha invitato le autorita' a prendere le dovute misure "per prevenire la coltivazione della marijuana", sottolineando il fatto che "queste informazioni sono state sicuramente passate anche al governo ed al ministero dell'Interno. E' una macchia che il paese deve togliere di dosso", ha dichiarato Nishani in riferimento alla coltivazione illegale della marijuana.
Lo scorso anno si e' verificata una notevole crescita delle superficie di territorio albanese coltivata con la marijuana. Secondo i dati della Guardia di Finanza italiana, che dal 2012 effettua sorvoli sul territorio del paese, sul 17 per cento del territorio controllato con il suo aereo, la superficie identificata risultata essere di 213,4 ettari, quasi cinque volte superiore a quella individuate nel 2015. Fino alla meta' dello scorso settembre, sono state infatti oltre 2,4 milioni le piante di cannabis distrutte dalla polizia albanese, quasi il triplo di quanto sequestrate nel 2015. Fino alla fine dell'anno decine di tonnellate sono state scoperte in varie parti del paese, in depositi adattati per l'imballaggio. Mentre sono cresciuti i casi di traffico verso l'Italia e la Grecia. Due giorni fa un gommone partito dalle coste albanesi e' stato sequestrato in Puglia con oltre 500 chili di marijuana a bordo. 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori