testata ADUC
Ammonizione Prefetto e concorsi pubblici
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
10 settembre 2016 0:00
 
Ho una domanda: in caso di ammonizione da art 75 dpr 309/90. Cioé prima segnalazione senza sanzione. É possibile partecipare a concorsi pubblici
come: accademia militare?
Pio, da Treviso (TV)

Risposta:
sicuramente non aiuta, in quanto l'uso di sostanze psicotrope, anche occasionale, se per uso non terapeutico, è considerato in contrasto con i "requisiti morali" per accedervi:
http://www.difesa.it/Content/Vivi_forze_armate/2010/1_edizione/Pagine/Requisitiammissione.aspx
Ma pian pianino la giurisprudenza sta abbandonando questa interpretazione retrograda e moralistica. Recentemente, il Consiglio di Stato ha ribadito che è illegittimo escludere da concorso una persona per il solo fatto di essere stato ammonito dal prefetto per un singolo episodio di uso di cannabis. Non puo' esservi automatismo, insomma. La commissione dovrà quindi approfondire il caso concreto per valutare e giustificare una eventuale esclusione. Scrive ad esempio il Tar Lazio, facendo proprio l'orientamento del Consiglio di Stato:
<< il “mero fatto” del consumo occasionale di sostanze psicotrope non è più considerato di per sé solo come indicativo del mancato possesso del requisito in parola, ma solo come un elemento che deve essere valutato, al fine di stabilirne il suo “valore” sintomatico, alla luce di tutte le circostanze in cui si è verificato. In altri termini, si richiede, quale condizione di legittimità del provvedimento espulsivo, che “il giudizio prognostico svolto dall’amministrazione sia congruente con la concreta situazione di fatto”. In tale ottica è stato escluso “che dalle segnalazioni degli organi di Polizia, del Prefetto, o dell’Autorità giudiziaria, attraverso una semplice equazione, si possa dedurre sempre e comunque la mancanza del prescritto requisito di “moralità” e pertanto si richiede all’amministrazione di “contestualizzare” l’episodio e soppesare “oltre le caratteristiche oggettive del fatto addebitato, anche la personalità del giovane, quale si è evoluta successivamente” (Cons. St., n. 1343 del 5.3.2013).>>
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori