testata ADUC
Overdose eroina. La crisi in Virginia dei fondi pubblici per funerali
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
8 marzo 2017 17:39
 
  I morti per droga ne approfittano dei servizi funerari. Il programma statale della Virginia dedicato all’assistenza funerari per famiglie con poche risorse economiche e’ al limite del collasso a quattro mesi dalla conclusione dell’anno fiscale, il 30 giugno. Nel 2014, lo stesso programma si trovo' senza soldi a giugno; nel 2015, la maggior parte del capitale disponibile era finito a marzo.
Il Dipartimento di Salute e Servizi della Virginia riceve ogni anno due milioni di dollari per assistenza funeraria a famiglie con bassi redditi. Il programma prevede 1.250 dollari per ogni morto, alle persone o famiglie che hanno bisogno di questo aiuto economico e non dispongano di nessuno in grado di far fronte a questi costi. Ma Freferick Kitchen, il presidente dell’associazione funeraria dello Stato, ha detto al quotidiano locale The Intelligencer che l’allarmante numero di overdose per droghe, abitualmente eroina, in questi anni sta affossando le casse pubbliche.
Da giugno del 2016, “sono stati fatti 1.508 funerali grazie al programma di assistenza funeraria”, ha detto Allison Adler, un portavoce del Dipartimento della Salute della Virginia al Washington Post. “Ci sono fondi per non piu’ di 63 funerali”.
Il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) aveva stimato nel 2015 che la Virginia era lo Stato con la maggiore percentuale di morti per overdose. Ogni 100.000 abitanti, i morti per overdose erano stati 41. E’ una percentuale che e’ cresciuta in modo esponenziale negli ultimi cinque anni.
Ma la situazione della Virginia, che e’ a tre ore di macchina da Washington, e’ solo la punta piu’ alta di una lista di Stati dell’Unione in cui il consumo di droga sta andando avanti a passi giganteschi. Dopo la Virginia c’e’ la Pennsylvania, quindi Florida, Ohio e Kentycky. Il Dipartimento di Stato ha allertato la settimana scorsa che gli Usa stanno attraversando la peggior crisi di droga dagli anni 80. Solo sei giorni fa, il governatore del Maryland ha dichiarato lo stato di emergenza per la “urgente crisi di consumo di eroina e oppiacei che sta distruggendo le comunita’”.
Dall’inizio del 2010, la crisi di droghe a livello nazionale si e’ espansa in modo esponenziale, soprattutto tra la popolazione bianca di classe media. In particolare l’anno 2014, il numero di bianchi morti per overdose di eroina -che ha causato 10.500 morti in tutto il 2014- e’ aumentato del 267%. Ad oggi, le droghe in Usa uccidono piu’ persone che non gli incidenti automobilistici.

(articolo di Nicolàs Alonso ubblicao sul quotidiano El Pais del 08/03/2017)
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori